"Sul palcoscenico del Liceu di Barcellona viene chiamata Agostina Smimmero, reduce dal grande successo personale nella Gioconda rappresentata l'anno scorso nei teatri dell'opera dell'Emilia Romagna. Agostina Smimmero non cala nei panni della Cieca, lei E' laCieca: riesce difficile a credersi, come sia possibile per un'artista tanto giovane creare il personaggio così credibile di una donna anziana. Ma c'è di più; la Smimmero recita una donna del popolo "offesa"dalla natura, ma benedetta dal cielo, è piena di umiltà, dignità e coraggio, rivela nobiltà d'animo e fede incrollabile. La sua voce di contralto dal timbro inconfondibile, profonda, scura, mielosa, a volte produce un effetto quasi magico.

La Cieca è, senza dubbio, il suo cavallo di battaglia, e non teme concorrenza.

Explore my gallery

Gallery

Anteprima